........................
INCENDI
BOSCHIVI

........................
NOVITÀ

........................
HOME
AMBIENTE

........................
FORUM
NATURA

........................
HOME
OIKOS

 

 

 


 

L’INCENDIO SULLA PONTINA.  L’OIKOS AVEVA AVVERTITO DEL RISCHIO IMMINENTE  SENZA CHE GLI OBBLIGHI DI PREVENZIONE VENISSERO FATTI RISPETTARE. A RISCHIO LA VITA DEGLI AUTOMOBILISTI E IL PATRIMONIO AMBIENTALE DI CASTELPORZIANO.
" A COSA SERVE IL PERSONALE DI ROMANATURA ?"

“Non sappiamo se ci siano  ‘ pericolosi terroristi’ dietro gli incendi che colpiscono anche Roma. Fatto sta che, comunque, chi dovrebbe prevenire le loro azioni criminali non agisce nei termini che le leggi impongono facilitandogli notevolmente il lavoro.”  dichiara Enzo Minissi, presidente dell’Oikos, l’organizzazione di volontariato che il Comune di Roma ha incaricato di vigilare sul rispetto degli obblighi di prevenzione dettati dall’Ordinanza del Sindaco.
“Avevamo da tempo segnalato che l’azienda agricola che sfrutta i terreni a ridosso di Castelporziano non aveva rispettato l’obbligo di rimuovere le stoppie di grano in un’area che, già nel passato, era stata percorsa numerose volte dagli incendi. L’obbligo scadeva il 20 luglio ma, in data odierna, la massa secca di vegetazione era ancora lì. Chiederemo alla magistratura di accertare perché ciò sia potuto accadere e quali siano, ancora una volta, le responsabilità dell’ente Regionale Romanatura che dovrebbe sorvegliare le numerose riserve presenti nel territorio del Comune di Roma (un analogo episodio era avvenuto nel Parco del Pineto alcuni giorni fa). 
Il segretario dell’Oikos, Alfonso D’Ippolito, aggiunge : “E’ sconcertante osservare come, nonostante le drammatiche notizie che giungono da ogni parte d’Italia, i livelli di vigilanza e prevenzione da parte degli enti  territoriali preposti rimangano, in una città come Roma, così irresponsabilmente bassi e come si permetta ai privati di mantenere i fondi agricoli in condizioni di rischio per la collettività nonostante le precise disposizioni di legge. Se il territorio non viene mantenuto in sicurezza gli uomini e i mezzi addetti allo spegnimento possono fare ben poco”.

L’Oikos richiederà, in giornata, l’intervento della Prefettura per verificare gli adempimenti dell’Ente Romanatura  nelle aree di sua competenza.

 

BACK

 

INIZIO
PAGINA

 

HOME AMBIENTE | NOVITÀ AMBIENTE | FORUM NATURA | HOME OIKOS