MANO LIBERA ALL’EOLICO SUL PAESAGGIO ITALIANO
COMUNICATO STAMPA del Comitato Nazionale del Paesaggio
20 giugno 2003


Il Presidente del Comitato Nazionale del Paesaggio Carlo Ripa di Meana ha lanciato oggi un appello urgente e solenne ai Ministri Giuliano Urbani, Altero Matteoli, Giovanni Alemanno e Antonio Marzano perché lunedì 23 giugno blocchino, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Politiche Comunitarie, una scandalosa bozza di testo normativo che, predisposta su interessata insistenza degli affaristi del settore, azzera tutte le garanzie per gli interessi primari rappresentati dal paesaggio, dall’ambiente, dallo sviluppo delle popolazioni locali.

Con il pretesto di dare applicazione alla Direttiva Europea Nr.2001/77/CE in materia di energia rinnovabile, il testo predisposto prevede per gli impianti industriali eolici la dichiarazione di “indifferibilità e di urgenza” concessa con un unico provvedimento regionale, addirittura delegabile ai Comuni.

Se dovesse passare questo testo manipolato, ci troveremmo di fronte ad una inaccettabile e rovinosa procedura supersemplificata che darebbe la via libera all’assalto eolico alle montagne, alle coste, ai boschi, ai pascoli, ed ai borghi più belli e conservati del nostro paese, con oltre 10.000 torri gigantesche d’acciaio che trasformerebbero l’Italia intera, dunque il patrimonio intoccabile della nazione.

 

Roma, 20.06.2003

Il Comitato Nazionale del Paesaggio

 


BACK | HOME OIKOS | HOME AMBIENTE